tè oolong

Tè Oolong – il tè poco conosciuto

Tè oolong, il verde-blu

Il Oolong viene prodotto dalle foglie della Camellia sinensis come il tè verde o il tè nero. Nella tradizionale classificazione cromatica cinese viene anche chiamato tè verde-blu. Questo perché le foglie utilizzate, per lo più arrotolate, sono davvero un po’ bluastre. Tradizionalmente le foglie per la preparazione di questo tè venivano arrotolate prendendo una forma simile a piccoli draghi neri. Per questo motivo furono chiamate proprio Wu Long che significa “drago nero”. Il nome Wu Long è poi diventato Oolong.

 

Pantaggioni del tè Teegarten

 

 

Questo tè speciale è solo parzialmente ossidato, il che significa che è qualcosa che sta tra il tè verde ed il tè nero. Parzialmente ossidato può significare che è ossidato tra il 15% e il 75%. I tè Oolong meno ossidati sono quasi sempre arrotolati, mentre i tè Oolong più ossidati sono disponibili anche a foglia intera. Meno un tè Oolong è ossidato e più ricorda un tè verde, più un tè Oolong è ossidato e più ricorda un tè nero. Anche nella tazza il tè più o meno ossidato ha un aspetto diverso, da giallastro a verde chiaro oppure da verde forte a rossastro.

 

Oolog hell Tè Oolong scuro

 

ll tè Oolong viene prodotto principalmente in Taiwan ed in Cina.

Tuttavia c’è una produzione abbastanza grande di tè Oolong anche nel nord della Thailandia vicino al triangolo di confine tra Thailandia, Birmania e Laos.

Qui ci sono molte piccole piantagioni di tè coltivate da minoranze indigene che vendono il loro raccolto a due grandi trasformatori di tè.

Il primo trasformatore di tè è Choui Fong che ha una presentazione dei prodotti molto professionale e la domenica viene visitato da molti abitanti di Chiang Rai.

 

Choui Fong

 

In questo luogo c’è una bella vista sulle colline circostanti e si può gustare un tè nel loro ristorante. Per esempio un delizioso tè verde freddo al latte accompagnato da una fetta di torta al tè verde, come una torta di crèpes al tè verde che devo assolutamente provare anche a casa!

 

Torta al té verde

 

 

 

Il secondo trasformatore di tè è invece la piantagione 101 che si trova ancora più in alto. Questa è più originale e un po’ meno visitata rispetto alla prima che abbiamo visto, personalmente mi è piaciuta di più rispetto. Qui ho assaggiato, e naturalmente anche comprato, del tè. Hanno anche una bella selezione di articoli da tè.

 

101 pinatagione 101 piantagione Oolong tea teatasting

 

Purtroppo in entrambi i luoghi non ho potuto visitare la produzione, ma la visita dei giardini del tè ben curati, che mi ricordano molto delle onde, mi ha consolata. Molte piante del tè erano in fiore e quindi veramente bellissime.

Personalmente mi piace il tè Oolong perché mi sembra “morbido” in bocca.

Il tè Oolong viene preparato in modo simile al tè verde.

Questo tè non tollera l’utilizzo dell’acqua bollente perché quest’ultima lo rende amaro, una temperatura di circa 80°C è ideale. Se lo si desidera è possibile buttare la prima infusione di tè dopo circa 10 secondi di tempo d’infusione. Questo procedimento viene chiamato “lavaggio del tè”. Poiché la teina è la prima ad essere liberata nell’acqua con questo procedimento le successive infusioni conterranno meno teina e quindi avranno un effetto meno eccitante. Dopodiché è possibile utilizzare le stesse foglie del tè 2-3 volte e lasciarlo in infusione per circa 30 secondi ogni volta.

In passato il tè veniva lavato probabilmente per motivi igienici, ma oggi non è più necessario.

Se ti piace il tè verde, ti consiglio vivamente di provare anche il tè Oolong!

Che tipo d’esperienza hai avuto con il tè Oolong?

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *