Spezie

Cos’è una spezia?

Ti sei mai chiesto cosa sia in realtà una spezia?

spezie

Mi viene spesso chiesto cosa sia esattamente una spezia. La risposta non è facile. Durante le mie ricerche ho trovato diverse definizione di spezie e se chiedo ai partecipanti dei miei corsi ricevo delle risposte molto differenti.

Di principio ci possiamo porre le seguenti domande:
Cosa è esattamente una spezia? Quale è la differenza tra una spezia e un’erba aromatica? La spezia è esotica e l’erba aromatica è indigena?

Dipende molto da dove vivi. Le foglie di Curry in India e in Sri Lanka sono indigene e si trovano facilmente. Da noi al contrario non si trovano quasi mai, soprattutto le foglie fresche. Invece il rosmarino o l’origano li conosciamo molto bene, mentre in India sono considerati esotici.

La spezia è costosa e l’erba aromatica è a buon mercato?

Dipende. Fino al 18° secolo inoltrato le spezie erano proibitive per il popolo perché venivano da lontano ed alcuni paesi avevano il monopolio su alcune spezie. A quel tempo questa domanda avrebbe potuto sicuramente avere una risposta affermativa. Le erbe aromatiche  crescevano invece negli orti ed erano quindi utilizzate anche dal popolo.

Al giorno d’oggi esistono ancora spezie molto care, per esempio lo zafferano, la vaniglia e il cardamomo. Esistono però anche spezie meno care come la paprica o lo zenzero. Anche oggigiorno le erbe aromatiche vengono spesso fatte crescere nel proprio orto e per questo motivo non sono care. Quelle comperate tuttavia possono in parte tenere il passo con le spezie.

La spezia è secca e l’erba aromatica è fresca?

In passato le spezie venivano utilizzate sempre essiccate, perché altrimenti non avrebbero resistito al lungo viaggio che a volte poteva durare anche alcuni mesi. Oggigiorno possiamo trovare alcune spezie anche fresche. Per esempio tanti di noi non si possono più immaginare di cucinare senza utilizzare lo zenzero fresco. Le erbe aromatiche del giardino sono chiaramente sempre fresche, ma chi non ha il proprio orto spesso deve accontentarsi di erbe aromatiche essiccate.

La spezia è intensa e l’erba aromatica è lieve?

Non tutte le spezie sono intense. La curcuma non ha un forte aroma proprio. La menta dà invece una bella esplosione di sapore. Mentre il gusto del coriandolo fresco quasi non si riesce più a toglierselo dalla bocca.

 

Possiamo rispondere sì o no ad ognuna di queste domande: avremo sempre un esempio che ci contraddice.

vasetti con spezie

 

Definizione ufficiale delle spezie

 

Treccani descrive le spezie in questo modo:

Sostanze aromatiche di origine vegetale (pepe, zenzero, chiodi di garofano, cannella, noce moscata ecc.) generalmente di provenienza esotica, usate, oltre che per aromatizzare e insaporire cibi e bevande, anche, specialmente in passato, in medicina e in farmacia.”

Invece secondo la legge germanica sugli alimenti le spezie vengono definite come:

Parti di piante specifiche che, per il loro contenuto naturale di gusto e d’aroma, sono idonee a speziare e non sono modificate tecnicamente più del necessario”.

Secondo queste definizioni il sale non è considerato una spezia perché è un minerale.

Un’altra definizione molto più semplice potrebbe essere:

Ingrediente destinato a migliorare il gusto di una pietanza”.

Secondo questa definizione invece anche il sale o la pasta di acciughe possono essere considerati una spezia. Possiamo pensare anche alla cucina romana dove il Garum (salsa fermentata di pesce) godeva di grande popolarità.

Talvolta gli ingredienti aromatizzanti di origine non vegetale vengono anche chiamati “condimenti”.

 

Conclusione

Non esiste una definizione unica delle spezie e personalmente trovo che tutto quello che dà ad un piatto il giusto gusto è una spezia.

 

Così semplice!

 

La prossima volta ci sarà una ricetta per una zuppa di zucca!

zucche

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.